TECNOLOGIA: DA NEMICA A SALVATRICE DELL’AMBIENTE?

2018/09/12
Written by Yoann DORUSSE

TECNOLOGIA: DA NEMICA A SALVATRICE DELL’AMBIENTE?

La tecnologia e l’ambiente (o la sostenibilità) non sembrano essere partner naturali. Dopotutto, la tecnologia è anche all’origine di diversi problemi ambientali, climatici e sociali attuali. Dall’inizio della rivoluzione industriale, l’industrializzazione e la crescita economica sono andate di pari passo con il flagello dell’inquinamento ambientale.

Tuttavia, i progressi tecnologici stanno ora aiutando sempre più ad affrontare le questioni ambientali e climatiche, offrendo allo stesso tempo soluzioni ad altre sfide importanti, come la crescita della popolazione, il migliore tenore di vita di un numero maggiore di persone, le infrastrutture obsolete e l’esaurimento delle risorse limitate. In mezzo alla crescente consapevolezza che è necessario agire su tutti i fronti, sembrerebbe che la tecnologia si stia reinventando come salvatore del pianeta.

I benefici contributi della tecnologia possono essere visti sotto diversi aspetti. Misuratori sempre più intelligenti rendono le reti energetiche e idriche più efficienti. L’illuminazione a LED si sta rapidamente affermando come il nuovo standard. L’elettricità sta sostituendo la benzina e il diesel come carburante pulito per le auto e, in futuro, per le navi e gli aerei. L’energia solare e quella eolica hanno compiuto importanti progressi in termini di tecnologia ed efficienza, migliorando sensibilmente la loro convenienza e accessibilità.

Le tecnologie di trattamento e depurazione dell’acqua ci aiutano a ridurre gli sprechi e a purificare le acque reflue. Sensori sempre più sensibili consentono agli operatori di identificare le perdite e l’obsolescenza delle infrastrutture più velocemente che in passato. Anche le apparecchiature per test e sensori svolgono un ruolo sempre più importante nel monitoraggio dei rischi sanitari e ambientali e nella garanzia della qualità.

Il settore alimentare, l’agricoltura e la silvicoltura stanno utilizzando la tecnologia per diventare più sostenibili ed efficienti mentre sono impegnati a soddisfare le necessità della crescente popolazione mondiale, mantenendo i livelli di qualità e mitigando l’impatto ambientale. La tecnologia GPS viene sfruttata per garantire che acqua, concimi e pesticidi vengano utilizzati solo dove necessario e non più in modo estremamente dispendioso e inquinante come in passato.

È troppo presto per dire se la tecnologia potrà rimediare al danno già fatto, ma è chiaro che essa rappresenta sempre più una forza positiva – e questa è una tendenza che agli investitori non dovrebbe sfuggire.

BNP Paribas Asset Management (BNPP AM) offre agli investitori l’opportunità di investire in aziende che si dedicano alla protezione dell’ambiente e alla prevenzione dei cambiamenti climatici.

Tecnologia per l’ambiente

Fattorie solari

In Cina, l’energia rinnovabile sta avanzando. Secondo le proiezioni dell’ultimo piano quinquennale, tra oggi e il 2022 il paese intende aumentare la propria capacità di produzione di energia solare ed eolica a oltre 300 gigawatt. Nel 2015, la produzione di energia solare è stata pari a soli 50 gigawatt. La crescita sarà probabilmente sostenuta dal costante calo del costo dei componenti fotovoltaici, diminuito del 40% dal 2010. Quando sostanziali economie di scala alimenteranno il forte aumento della domanda di questi componenti, il risultato dovrebbe essere un autosufficiente ciclo virtuoso.

Parchi eolici nel Nord Atlantico

Nuove e pratiche soluzioni per generare energia alternativa stanno emergendo grazie ai progressi tecnologici più recenti. Ciò significa che la sfida del cambiamento climatico può essere superata? Secondo uno studio della Carnegie Institution pubblicato nel 2017, l’installazione di turbine eoliche offshore su un’area delle dimensioni dell’India nel Nord Atlantico potrebbe fornire tutta l’energia consumata dalla popolazione mondiale.

Innovazioni nella gestione dei rifiuti di plastica

Grandi aziende e start-up stanno investendo nella ricerca di soluzioni per ridurre gli imballaggi in plastica e le massicce quantità di rifiuti in plastica esistenti. Gruppi importanti hanno collaborato per sviluppare bottiglie di acqua minerale prodotte da segatura o residui di colture agricole. Un professore di chimica indiano ha sviluppato un processo per includere i rifiuti di plastica nel mix di posa stradale, mentre un laureato in architettura degli Stati Uniti ha suggerito di includere i rifiuti di plastica granulare nella produzione del cemento.

BNPP AM sta seguendo da vicino come le innovazioni possono portare a importanti cambiamenti nella protezione dell’ambiente e quali aziende saranno in grado di trarne vantaggio.

Le nostre tematiche SRI

I NOSTRI ULTIMI ARTICOLI